Passa al contenuto principale
Topic: Carburatore a velocità costante ( CV Carburetor) (Letto 3107 volte) Topic precedente - Topic seguente
0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Carburatore a velocità costante ( CV Carburetor)

Il carburatore a velocità costante osservato da un non esperto.

Prendendo spunto dall’interessante topic sulle membrane rotte di garfagnao84  ho scoperto che i nostri carburatori (sia per la 650 che per la 450) sono detti a velocità costante mi sono chiesto: “Che significa CV  carburetor?”


Detto-fatto, oggi basta andare in internet dove c’è tutto e… scoprire che siamo un popolo di “copia/incolla”  :down: .

Ho provato a digitare la seguente domanda su Google: caruburetor why costant velocity ? (ma anche: carburatore a velocità costante)
Certo l’inglese è maccheronico, ciononostante qualche cosa è saltato fuori.

(Avrei dovuto scrivere:What is a costant velocity carburetor ?
http://www.justanswer.com/motorcycle/2g8t4-constant-velocity-carburetor-honda.html


Sono usciti diversi articoli e commenti di esperti  che lo descrivono come  un tipo di carburatore che grazie ad una depressione fa alzare un cilindro collegato ad un getto etc. etc.


La mia domanda è un’altra.


Perché questo carburatore è definito a velocità costante ?

Che cosa e dove rimane  costante ?

Fuori dal coro dei bonari venditori di fumo (più o meno in buona fede) ho trovato questo tranquillissimo signore qui: https://www.youtube.com/watch?v=ChNRzfxRidk

Il quale senza l’uso di effetti speciali, animazioni 3d, occhiali da sole  ma con  il solo uso  del suo americano pacato e di un vecchio modellino meccanico  mi ha chiarito un po’ le idee .


Vi siete mai chiesti perché l’aria passa nel carburatore ? Io sino ad oggi no.


Apriamo il gas girando la manopola; questa è collegata a una “porta girevole” (valvola a farfalla) posta all’uscita del carburatore che si apre ed il flusso d’aria è libero  di  entrare nel carburatore.


Chi  ce la spinge ? Il vento ?  La pressione atmosferica ?


https://youtu.be/BXQ27pU3_7E?t=291
Come si vede da questa bella animazione, i 4 pistoni salgono e scendono a coppie.


Nella singola coppia che scende, un pistone scende a causa del forte aumento di pressione nel cilindro (causato dall’esplosione della miscela di aria e benzina), l’altro  lo segue “trascinato”  dal primo ( ma non ha subito alcuna detonazione);  l’aumento  di volume nel cilindro “trascinato” crea al suo interno una diminuzione di pressione e lo costringe a riempirsi d’aria proprio come l’aumento  forzato di volume determinato dal muscolo respiratorio diaframma forza l’aria ad entrare nei nostri polmoni.
http://www.naturopataonline.org/sport-e-benessere/postura-e-stretching/389-il-diaframma-questo-misterioso-muscolo.html


A questo punto ho capito perché l’aria passa attraverso i carburatori ed è già qualche cosa: è risucchiata dai pistoni “spenti” che scendono trascinati dal moto meccanico di  quelli detonati.

Ora torniamo alla velocità costante .



Immaginiamo un flusso d’aria  che fluisce in un carburatore CV attraversando la sezione 1, il flusso viaggia bello tranquillo alla sua velocità che chiamiamo v1.
Quando lo stesso flusso d’aria incontra la  sezione del carburatore CV più stretta  (sezione 2) la sua velocità aumenta  in quanto la stessa massa d’aria nell’unità di tempo deve passare per uno spazio minore ( e pertanto deve correre di più: pensate alla velocità con cui escono le persone dalla porta della metro e poi a non appena ne sono uscite subito rallentano) .
Questa nuova velocità  la chiamiamo v2 .



Quando poi il flusso d’aria, continuando il suo percorso, torna ad attraversare una sezione della grandezza
iniziale acquisirà di nuovo la velocità V1.
Quindi fa: V1 nella sezione1,  poi V2 nella sezione 2 e quindi di nuovo  V1 nella sezione3 .

A questo punto non mi è ancora chiaro perché si parla di velocità costante, visto che cambia, e perché ogni tanto gli esperti parlano di depressione ( ? la mia   :banghead: ).


E’ sempre” la solita musica”: volume vs pressione, ampere vs voltaggio, massa vs energia e ricchi vs poveri.

Quando cambia una grandezza aumentando ce n’è sempre una che cambia diminuendo (se io divento più povero è perché qualcun altro contemporaneamente sta diventando più ricco…) .

Anche in questo caso la regoletta è verificata: se la velocità aumenta in v2 la pressione presente nel tratto a velocità v2 diminuisce ed il primo a costatarlo è stato Giovanni Battista Venturi ( clap).
https://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_Venturi

E qui cominciamo a capire perché gli esperti parlano di depressione intesa come diminuzione di pressione.

Questa depressione viene sfruttata per far alzare il cono collegato al  getto che salendo essendo rastremato fa entrare benzina (più sale , più ne entra).


Ma perché il cono si solleva  ?


Nel carburatore la zona dove l’aria passa a   velocità V2 è in comunicazione diretta con la parte alta del carburatore stesso (parlo della zona sotto al cappellotto cromato), in entrambe le due zone (cono con getto e sotto al cappellotto cromato)  la pressione  è la stessa ed è pari a a p2 (che  è minore di p1) .

Pertanto sia nel cono  munito di getto che sotto al cappellotto cromato si crea la stessa bassa pressione.
La parte bassa del cappellotto (sotto alla membrana) è invece in diretta connessione con l’ambiente esterno p1 = 1 atmosfera.

Con P1 > P2

Pertanto l’aria nella parte bassa del cappellotto cromato ha una pressione maggiore di quella nella parte alta.

La parte bassa tende ad espandersi  (grazie alla membrana in gomma) gonfiandosi dal basso verso l’alto: il cono e con esso il getto si sollevano la benzina fluisce all’interno della sezione 2 in proporzione a quanto il cono si alza .

Geniale no ?


Ma ancora non abbiamo chiarito perche CV ( Costant Velocity).


Quando apriamo il gas succedono le seguenti cose:


-   Passa un flusso copioso d’aria nella sezione 1, quando  arriva alla sezione 2 aumenta la sua velocità.
-   Si crea una depressione nella parte alta del carburatore ed il cono si alza.
-   Il motore aumenta di giri e l’aria passa più velocemente nella sezione 1 .
-   Nella sezione2  la velocità del flusso d’aria tenderebbe  anche lei ad aumentare (diciamo da v2 a v3) ma… il sollevamento del cono aumenta la portata d’aria nella sezione 2 .
-   Aumentando la portata della sezione2  la velocità scende.

I due comportamenti avvengono in contemporanea e si compensano.

L’aumento di velocità del flusso d’aria creato dal maggior numero di giri del motore viene compensato da un calo di velocità del flusso dato dall’aumento della portata della sezione2  (il cono si solleva ed ingrandisce la portata della sezione 2).
Le due azioni si bilanciano vicendevolmente  (aumento di velocità del flusso e diminuzione della stessa) rendendo la velocità del flusso d’aria che attraversa la sezione 2 praticamente sempre costante a tutti i regimi del motore.

Ho capito.

:sleep:



Re:Carburatore a velocità costante ( CV Carburetor)

Risposta n. 1
e il tuto servirebbe a tenere la miscela aria/benzina proporzionata, per evitare di avere un rapporto troppo magro (con moto che fa il vuoto), o troppo grasso (con moto che si invasa)...... è giusto?

FdN

Re:Carburatore a velocità costante ( CV Carburetor)

Risposta n. 2
Un 10 e lode allo Zio.  clap
Chiaro, completo ed anche ironico.
Bravo.

Re:Carburatore a velocità costante ( CV Carburetor)

Risposta n. 3
Grazie per la ricerca e spiegazione!
Ciao ciat

Re:Carburatore a velocità costante ( CV Carburetor)

Risposta n. 4
scusa zio se ti faccio i complimenti solo ora ma o avuto poco tempo per leggere e sopratutto per capire che lo devo fare ancora del tutto e poi anche il tempo che mi manca clap

Re:Carburatore a velocità costante ( CV Carburetor)

Risposta n. 5
....fabbie'.....sei troppo forte....
..leggendo quello che scrivi verrebbe da pensare che tu sia cresciuto in sella ad una moto senza fare altro..... :biker: :biker: :biker: :biker:
....sei troppo forte...
Il Lato oscuro della forza è in agguato...
...passare è un attimo....

Re:Carburatore a velocità costante ( CV Carburetor)

Risposta n. 6
   ;D  mi sa che quel giorno avevo preso una nocciolina di Super Pippo  O0